venerdì 27 novembre 2020 05:54 mobile  |  3dfxzone.it  |  amdzone.it  |  atizone.it  |  forumzone.it  |  hwsetup.it  |  nvidiazone.it  |  unixzone.it  
UNIXZONE.IT
Home    |    News    |    Headlines    |    Articoli    |    Download    |    Community    |    Redazione    |        |    Tag    |    Ricerca    |    Sitemap

Pubblicità Il futuro del gaming secondo Google: focus sulla piattaforma cloud Stadia Ultime News
Notizia pubblicata in data: 24.03.2019

    Condividi sui Social Network Segnala con una mail Stampa questa pagina Stampa

Una dei prodotti e servizi più interessanti tra quelli presentati alla conferenza GDC 2019 è certamente Stadia, la piattaforma di game steaming basata su cloud in arrivo dal gigante Google.

Gli obiettivi di Stadia sono molto simili a quelli delle altre soluzioni di streaming dei videogiochi che l'hanno proceduta senza però ottenere un riscontro e un successo rilevanti tra gli utenti finali.

Utilizzando uno dei principi cardine del cloud computing, ovvero la concentrazione della potenza di calcolo esclusivamente sulla nuvola, e dunque nella infrastruttura posseduta e gestita dal fornitore dei servizi cloud, Stadia punta a rendere possibile il gaming high-end anche a coloro che non posseggono sistemi client, come i PC, basati su una configurazione high-end.

In base alle indicazioni di Google, in corrispondenza del lancio di Stadia sarà possibile giocare in 4K HDR con un frame rate pari a 60fps in valore medio; in futuro il servizio è destinato ad evolversi ulteriormente consentendo il gaming in 8K a 120fps.

Dal punto di vista tecnologico, i cluster di server Google dedicati al servizio Stadia utilizzano CPU Intel x86, non meglio identificate e certamente sviluppate ad hoc, che lavorano a 2.7GHz, e GPU AMD che integrano 56 Comput Unit, garantiscono una potenza di calcolo pari a 10.7 teraflops e si integrano con la memoria video HBM2.

Stadia prevede l'impiego di un controller con il quale non soltanto è possibile interagire con il game ma anche metterlo in pausa per poi riprendere utilizzando altro client: ad esempio è possibile passare dal PC o dal Chromebook allo smartphone, e così via.

Google non ha ancora ufficializzato la data di lancio del servizio Stadia, limitandosi a specificare che nel corso del 2019 sarà introdotto negli U.S. e, inoltre, in UK, Canada e alcune nazioni europee.

Infine, non è ancora chiaro se gli utenti finali dovranno abbonarsi per accedere al servizio o acquistare di volta in volta i singoli giochi.





Collegamenti

 Tag: 4K  |  8K  |  cloud  |  gaming  |  GDC 2019  |  google  |  hdr  |  Stadia

 News precedente Indice News News successiva 
21.11.2020  
Wine 5.22 esegue il software nativo per Windows su Linux, Unix e MacOS
20.11.2020  
Rufus 3.13 formatta e crea drive flash USB avviabili da immagini ISO
19.11.2020  
YUMI 2.0.7.9 configura i flash drive e i dischi USB per il multiboot con Linux
18.11.2020  
Kingston lancia le memorie HyperX FURY DDR4 RGB per sistemi Intel e AMD
16.11.2020  
Potrebbe essere in fase di test presso Foxconn il primo iPhone pieghevole
15.11.2020  
Apple sceglie macOS Big Sur per i nuovi MacBook Air, MacBook Pro e Mac mini
Benchmark: Geekbench 5.3.1 - Windows, Mac, Linux, Android, iPhone Ready
Rufus 3.13 beta formatta e crea drive flash USB avviabili da immagini ISO
14.11.2020  
Wine 5.0.3 esegue il software nativo per Windows su Linux, Unix e MacOS
12.11.2020  
MacBook Air e MacBook Pro con SoC M1 di Apple testati con Geekbench
CINEBENCH R23 misura le prestazioni di CPU e GPU in ambito grafico
08.11.2020  
Gestire la posta elettronica con il client free Mozilla Thunderbird 78.4.1
07.11.2020  
Wine 5.21 esegue il software nativo per Windows su Linux, Unix e MacOS
Free & Open Source Image Editing: GIMP 2.99.2 - Windows, Linux, macOS
02.11.2020  
YUMI 2.0.7.8 configura i flash drive e i dischi USB per il multiboot con Linux
01.11.2020  
The Document Foundation rilascia LibreOffice Productivity Suite 7.0.3
31.10.2020  
G.SKILL annuncia kit di DDR4-3600 con latenza pari a CL14 e capacità fino a 64GB
Intel annuncia la GPU discreta Iris Xe MAX e la tecnologia Deep Link
26.10.2020  
YUMI 2.0.7.7 configura i flash drive e i dischi USB per il multiboot con Linux
24.10.2020  
Quattro NVIDIA GeForce RTX 3090 testate con una CPU Intel Xeon W-2255
Indice delle news 
Ultimi File
Wine 5.22 [Development Release]
Wine 5.0.3 [Maintenance Release]
Mozila Thunderbird 78.4.1
Wine 5.21 [Development Release]
GIMP 2.10.14
GIMP 2.99.2
LibreOffice Productivity Suite 7.0.3
Oracle VirtualBox 6.1.16
Wine 5.20 [Development Release]
Wine 5.19 [Development Release]
Indice dei file 
U N I X Z O N E . I T
3dfxzone.it         |       amdzone.it         |       atizone.it         |       forumzone.it         |       hwsetup.it         |       nvidiazone.it         |       unixzone.it         |       feed rss         |       links
unixzone.it è servito da una applicazione proprietaria di cui è vietata la riproduzione parziale o totale (layout e/o logica). I marchi e le sigle in esso citate sono proprietà degli aventi diritto. Note legali. Privacy.