proudly powered by 3dfxzone.it
News Headlines Ricerca

Il cloud Azure di Microsoft ha respinto un attacco DDoS da 2.4Tbps a fine agosto

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su WhatsApp Condividi su reddit

17.10.2021 - Il cloud Azure di Microsoft ha respinto un attacco DDoS da 2.4Tbps a fine agosto

Con un post nel blog ufficiale di Azure, la piattaforma cloud pubblica firmata Microsoft, pubblicato da Amir Dahan, che in MS un Senior Program Manager per la divisione Azure Networking, il gigante di Redmond ha ufficializzato la gestione, con successo, di un attacco massivo di tipo DDoS (Distributed Denial-of-Service), diretto in particolare verso un non meglio precisato cliente.

In accordo allo stesso titolo del post, verso la fine di agosto (2021) il business dell'azienda target del cyber attack andato avanti "as usual", mentre bel poco di ordinario aveva il ritmo dei dati, pari a 2.4Tbps (terabit al second)o, di cui la piattaforma Azure divenuta bersaglio, al fine di conseguire un possibile blocco dei servizi, come conseguenza di una azione finalizzata al DDoS.

In accordo a Microsoft, l'attacco, con cui stato preso di mira un asset Azure dislocato su territorio europeo, il pi grande di sempre tra quelli intercettati su Azure: per fissare le idee, supera di 140 punti percentuali il maggiore cyber attack registrato verso Azure nel 2020, con il quale il data rate impiegato era stato pari a un solo terabit al secondo.

Microsoft ha condiviso che gli hacker hanno utilizzato 70.000 sorgenti di traffico dislocate in varie parti del mondo, ed in particolare negli U.S. e inoltre in Malaysia, Vietnam, Taiwan, Giappone e Cina. L'attacco ha avuto una durata pari a poco pi di 10 minuti, ed ha avuto tre spike: oltre al primo da 2.4Tbps, stato registrato un secondo burst con un massimo pari a 0.55Tbps e un terzo da 1.7 Tbps.





Collegamenti
 Pagina Precedente News Successiva Pagina Successiva


Versione per desktop di unixzone.it


Copyright 2023 - unixzone.it - E' vietata la riproduzione del contenuto informativo e grafico. Note Legali. Privacy