sabato 23 gennaio 2021 11:14 mobile  |  3dfxzone.it  |  amdzone.it  |  atizone.it  |  forumzone.it  |  hwsetup.it  |  nvidiazone.it  |  unixzone.it  
UNIXZONE.IT
Home    |    News    |    Headlines    |    Articoli    |    Download    |    Community    |    Redazione    |        |    Tag    |    Ricerca    |    Sitemap

Pubblicità Amazon, Apple e Google riunite nel progetto Connected Home over IP Ultime News
Notizia pubblicata in data: 29.12.2019

    Condividi sui Social Network Segnala con una mail Stampa questa pagina Stampa

Un consorzio di aziende, che include i giganti Amazon, Apple e Google, ha ufficializzato di recente il progetto Connected Home over IP.

In estrema sintesi, Connected Home over IP prevede la formazione di un team congiunto che mira allo svuluppo e alla diffusione di un nuovo standard di connettività dedicato ai dispositivi utilizzati nel comparto della domotica.

Il nuovo standard viene caratterizzato dalla mancanza di royalty, al fine di aumentare la compatibilità tra i dispositivi impiegati nella domotica, e punta alla definizione di un set tecnologie di rete che usano il protocollo IP (Internet Protocol) per la interconnessione.

Oltre ai tre giganti citati in precedenza, sono coinvolti nel progetto Connected Home over IP anche i seguenti player di primo piano: IKEA, Legrand, NXP Semiconductors, Resideo, Samsung SmartThings, Schneider Electric, Signify (ex Philips Lighting), Silicon Labs, Somfy, Zigbee Alliance e Wulian.


Press Release


Seattle e Cupertino, Mountain View e Davis, California - Amazon, Apple, Google e Zigbee Alliance hanno annunciato oggi la nascita di un gruppo di lavoro che punta a sviluppare e promuovere l'adozione di un nuovo standard di connettività privo di royalty per aumentare la compatibilità fra i prodotti di domotica, con la sicurezza come colonna portante. Il gruppo di lavoro vedrà anche il contributo di aziende nel consiglio di amministrazione di Zigbee Alliance, come IKEA, Legrand, NXP Semiconductors, Resideo, Samsung SmartThings, Schneider Electric, Signify (ex Philips Lighting), Silicon Labs, Somfy e Wulian.

L'obiettivo del progetto Connected Home over IP è semplificare lo sviluppo per i produttori e aumentare la compatibilità per i consumatori. L'iniziativa nasce dalla convinzione che i prodotti di domotica per la smart home debbano essere sicuri, affidabili e facili da usare. Partendo dal protocollo IP (Internet Protocol), il progetto vuole rendere possibile la comunicazione fra dispositivi di domotica, app mobili e servizi cloud e definire un set specifico di tecnologie di rete basate su IP per la certificazione dei dispositivi.

Il gruppo di lavoro adotterà un approccio open source per sviluppare e implementare un nuovo protocollo di connettività unificato che prenderà spunto anche da tecnologie smart home già collaudate di Amazon, Apple, Google, Zigbee Alliance e altre aziende. La scelta di sfruttare queste tecnologie dovrebbe accelerare lo sviluppo del protocollo e portare più rapidamente benefici a produttori e consumatori.

L'obiettivo del progetto è fare in modo che per i produttori sia più facile realizzare dispositivi compatibili con servizi smart home e vocali come Alexa di Amazon, Siri di Apple, Assistente Google e altri. Il nuovo protocollo affiancherà e completerà le tecnologie esistenti, e i membri del gruppo di lavoro invitano i produttori a continuare a innovare utilizzando le tecnologie oggi disponibili.

Il progetto Connected Home over IP invita produttori di dispositivi, fornitori di chip e altri sviluppatori nel settore della domotica a partecipare e contribuire allo standard.

Per partecipare o ricevere aggiornamenti, visitare connectedhomeip.com.






News Source: Apple Press Release
Links

 Tag: amazon  |  apple  |  Connected Home over IP  |  domotica  |  google  |  standard

 News precedente Indice News News successiva 
22.01.2021  
Nei MacBook Air di nuova generazione ritornano MagSafe e lo slot per SD
Free VoIP & Messaging Utilities: Skype 8.68.0.96 - Windows, OS X, Linux, Android
NVIDIA di nuovo cliente del chip maker TSMC per le GPU next generation
21.01.2021  
Il prezzo dei chip di memoria DRAM in crescita fino al terzo trimestre 2021
Benchmark: Core i5-11400 vs Core i5-10400 vs Ryzen 5 5600X con Geekbench 5
20.01.2021  
Oracle rilascia VirtualBox 6.1.18 per Windows, Linux, macOS e Unix Solaris
19.01.2021  
Samsung annuncia i drive SSD da 2.5-inch 870 EVO con interfaccia SATA 6Gbps
Hardware Benchmark & Stability Testing: Prime95 30.4 build 7 - Windows & Linux
16.01.2021  
YUMI 2.0.8.3 configura i flash drive e i dischi USB per il multiboot con Linux
15.01.2021  
Wine 6.0 esegue il software nativo per Windows su Linux, Unix e MacOS
13.01.2021  
Intel conferma l'arrivo del processore Tiger Lake-H a 8 core entro fine anno
Samsung utilizzerà una GPU RDNA di AMD per i Galaxy di nuova generazione
12.01.2021  
NVIDIA annuncia la GeForce RTX 3060 e i notebook con GPU RTX 30 mobile
09.01.2021  
La distribuzione Linux Mint 20.1 (Ulyssa) disponibile per il download
Wine 6.0-rc6 esegue il software nativo per Windows su Linux, Unix e MacOS
08.01.2021  
Xiaomi annuncia gli smartphone Redmi Note 9T 5G e Redmi 9T
07.01.2021  
La CPU Rocket Lake-S Core i9-11900K testata con Ryzen 9 5900X e Core i9-10900KF
06.01.2021  
Il codice del driver grafico di Intel rivela due GPU DG2 dedicate al gaming
03.01.2021  
Wine 6.0-rc5 esegue il software nativo per Windows su Linux, Unix e MacOS
01.01.2021  
Il 2021 è l'anno in cui arrivano i primi videogame next-gen con Unreal Engine 5
Indice delle news 
Ultimi File
Oracle VirtualBox 6.1.18
Wine 6.0 [Stable Release]
Linux Mint 20.1 Ulyssa
Wine 6.0-rc6 [Development Release]
Wine 6.0-rc5 [Development Release]
Wine 6.0-rc4 [Development Release]
Linux Mint 20.1 beta (Ulyssa)
Wine 6.0-rc3
LibreOffice Productivity Suite 7.0.4
Wine 6.0-rc2 [Development Release]
Indice dei file 
U N I X Z O N E . I T
3dfxzone.it         |       amdzone.it         |       atizone.it         |       forumzone.it         |       hwsetup.it         |       nvidiazone.it         |       unixzone.it         |       feed rss         |       links
unixzone.it è servito da una applicazione proprietaria di cui è vietata la riproduzione parziale o totale (layout e/o logica). I marchi e le sigle in esso citate sono proprietà degli aventi diritto. Note legali. Privacy.